Retecivica Comune di Trieste - Il Comune per te
Comunicati dell'Ufficio Stampa del Comune di Trieste

Trieste, 21/11/2008

CONSEGNATO IL SIGILLO TRECENTESCO DELLA CITTA’ ALLA PITTRICE ALICE PSACAROPULO. L’AFFOLLATA E PARTECIPATA CERIMONIA NEL SALOTTO AZZURRO DEL PALAZZO MUNICIPALE CON IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE SERGIO PACOR


-


“La globalità del suo impegno culturale la fa essere un personaggio irripetibile che onora la nostra città”. Con queste parole il presidente del Consiglio comunale Sergio Pacor ha conferito oggi (venerdì 21 novembre) , nel corso di un’affollata e sentita cerimonia, svoltasi nel salotto azzurro del palazzo municipale, il sigillo trecentesco unito ad un mazzo di rose bianche alla pittrice Alice Psacaropulo, una delle presenze più rilevanti della cultura triestina degli ultimi sessant’anni, apprezzata a livello locale, nazionale e internazionale.
Il presidente Pacor ha ricordato il profilo e la storia artistica di Alice Psacaropulo con “le tappe essenziali degli anni ’30 e ’40 a Torino, Venezia e Trieste, con le mostre in tutto il mondo e le recensioni di moltissimi e apprezzati critici”, oltre al fatto di essere stata capace di “dar vita ad una scuola dalla quale sono usciti molti oggi affermati pittori”.
Ringraziando l’amministrazione comunale per questo riconoscimento, Alice Psacaropulo ha ricordato con piacere l’attenzione tributatagli dal Comune di Trieste, anche con la mostra antologica alla carriera, ospitata nel 2001 a palazzo Costanzi.
Nata a Trieste il 14 gennaio 1921, Alice Psacaropulo compie gli studi classici presso il Ginnasio Liceo “Dante Alighieri”, seguendo le lezioni di Giani Stuparich poi da lei raffigurato in un memorabile ritratto. Dal 1939 al 1943 frequenta l’Accademia di Belle Arti a Torino, segue i corsi di Felice Casorati, e contemporaneamente la facoltà di Lettere e Filosofia, allieva di Anna Maria Brizio e Francesco Pastonchi. Si laurea nel 1944 nella neo istituita Facoltà di Lettere e Filosofia a Trieste, a pieni voti discutendo una tesi di archeologia su Trieste Romana.
Ha insegnato Storia dell’Arte negli Istituti d’Arte, nei Licei Classici ed all’Università della terza Età. Ha promosso la conoscenza e la diffusione dei più autentici valori dell’esperienza estetica. E’ stata maestra di numerosissimi ed affermati artisti triestini.
Numerose le mostre nazionali ed internazionali a cui ha partecipato: Biennale Internazionale di Venezia, Quadriennale Nazionale d’Arte di Roma, mostre nazionali degli “Artisti d’Italia” a Milano, salone delle nazioni a Parigi, mostra internazionale d’Avanguardia a Firenze, premi nazionali (Colomba, Cremona, Borletti Suzzara, ecc..), mostra artisti triestini a Vienna conseguendo vari premi e segnalazioni.
Tra le mostre personali numerose a Trieste dal 1944 al 2005, di particolare rilievo –come detto- l’antologica a Palazzo Costanzi organizzata e promossa dal Comune di Trieste nel 2001, e molte altre a Venezia, a Roma, a Livorno, a Padova, a Genova, a Torino, in Austria, in Spagna, in Slovenia e in Germania.

COMTS-GC


distanziatoreComunicati stampa